i migliori assaggi della 2 giorni milanese: BOLLA D’ORO

E’ stata un successo l’edizione 2018 di Milano Bottiglie Aperte, che quest’anno ha inaugurato la prima Milano Wine Week. Oltre cinquemila persone in due giorni hanno potuto degustare le etichette di 250 espositori.

Ecco la selezione delle migliori bottiglie, suddivise per tipologia! Qui l’articolo a firma di Davide Bortone.

“Vino spumante Brut 2014 “Bolla d’oro”, Kandea – F.lli Tullio Cataldo. Una cantina “campana” prestata alla Puglia. Potremmo definire così l’opera di Kandea nella “terra di mezzo” di Candela (FG). La cantina è situata al punto di incontro fra tre province: Foggia (Daunia), Potenza (Vulture) e Avellino (Irpinia). La geografia incide ampiamente nei calici, che dimostrano – in base alla tipologia – inflessioni pugliesi, campane e lucane. 

Premiato anche dall’importante concorso Radici del Sud, “Bolla d’Oro” è uno spumante base Bombino bianco (80%) Falanghina (10%) e Greco (10%), prodotto col metodo Martinotti. Sorprende sin da subito per la sua positiva evoluzione, a dimostrazione che non tutti gli Charmat sono da bere in fretta. Anzi…

 

Perlage fine e persistente e naso di lievito – che fa pensare a un Metodo classico – sono il biglietto da visita di “Bolla d’Oro”. Uno spumante che si apre su note fruttate mature ma garbate, con sbuffi balsamici e minerali. In bocca, i 7g/l di “dosaggio” sono ben amalgamati al sorso, che risulta ampio e intenso. Lunghissimo il finale.” 

Share